Posts Tagged With 'aliberti'

SINDROME DI PETER PAN

Posted in Ultime News Scafati by Gennaro | 1 Comment »
SINDROME DI PETER PAN

Settembre 2013: la città di Scafati con l’inizio delle scuole si trova ad affrontare il grande problema buoni libri. Gli studenti si trovano a pagare le conseguenze della disputa tra il comune e le cartolerie, le quali giustamente protestano per il mancato pagamento dell’anno precedente. Come molti di voi sanno, il Movimento 5 Stelle Scafati si è attivato per mesi nella raccolta libri usati per sopperire alle mancanze del comune, dimostrando che a “costo zero” e con impegno si poteva fare qualcosa in merito.

Udite udite, il Sindaco e l’Assessore di competenza, informati della nostra iniziativa, decidono di appoggiare la causa. Da attivisti del Movimento 5 Stelle ci presentiamo sempre pronti al dialogo ma sempre alla ricerca di risposte e delucidazioni. Si, è proprio questo il motivo che ci spinse a creare l’evento libro solidale il giorno 26/10/13. Progettammo una serata dove le istituzioni rispondessero alle problematiche del garantire l’istruzione essendo essa un obbligo e un diritto, decidemmo così di invitare le istituzioni, le scuole e tutti i cittadini che a fine serata potevano prendere gratuitamente i libri raccolti ai nostri gazebo.

Fu allora che pensammo di chiedere l’uso gratuito della sala “Scafati Solidale” con il seguente documento(Prot. n° 21411):

 

La nostra richiesta fu pienamente accolta con il parere favorevole dell’ Assessore:

e approvata con delibera di giunta n°227 del 7/10/2013

ottenendo cosi la definitiva autorizzazione dall’ Istituzione Scafati Solidale:

Tra l’intervento del deputato Luigi Gallo, che spiegava dettagliatamente come a livello nazionale la commissione Istruzione e Cultura, di cui è membro, stava affrontando il problema libri scolastici, e del sindaco Balzano di Boscoreale, il quale raccontava di come un analoga iniziativa alla nostra venga messa in atto ogni anno nel suo comune, interviene il “nostro” sindaco. Ebbene, un intervento completamente fuori tema, in quanto senza rispondere di come il comune di Scafati volesse risolvere il problema buoni libri o attivarsi per trovare alternative valide, come noi abbiamo dimostrato, decide di attaccare palesemente il Deputato sul piano politico. Luigi Gallo risponde alle domande provocatrici ma la risposta viene data al vento, perchè l’educazione del sindaco Aliberti vuole che dopo aver cambiato discorso si alzi e se ne vada senza aspettare la risposta del suo interlocutore. Quel che è peggio è che con questo gesto ha mancato di rispetto a noi attivisti ma anche a tutti i cittadini della città di Scafati che dopo essere stati “presi in giro” sui buoni libri sono stati anche umiliati dal comportamento di chi non vuole prendersi le sue responsabilità . Ma non finisce qui. Come un bambino che cambia le regole del suo gioco quando non sta vincendo, ecco che allo stesso modo reagisce il sindaco Aliberti inviandoci una richiesta di pagamento della sala più di un mese dopo l’evento in data 28/11/13! Richiesta illegittima, in quanto una delibera di giunta comunale N.227 del 7/10/13 aveva approvato l’uso gratuito della sala. La risata, però, nasce spontanea quando il sindaco giustifica questa richiesta dicendo che l’evento si è trasformato in una manifestazione politica! Premesso che non vi sono clausole nell’utilizzo della sala e che ugualmente lo spirito dell’iniziativa è stato galoppato fino a quando non ha Lui spostato il tema sugli stipendi parlamentari (completamente fuori luogo!); ci viene da chiedere: forse non è stato accontentato, forse credeva di essere il “re della serata”??!! Il bambino in lui con “le unghia e con i denti” si è fatto spazio e si è manifestato con questa richiesta di versamento infondata. Per concludere riportiamo le parole di Beppe Grillo: un idea è buona o cattiva, nè di destra nè di sinistra! Chiediamo al Sindaco, per la prossima volta, di esprimere un giudizio sulle proposte senza fare politica, altrimenti saremo noi a chiedere il versamento del canone di locazione della sala consiliare!!!

Ecco la richiesta di pagamento inviataci dal Sindaco:

e  la nostra risposta :

Articoli sull’argomento:

Read More

La Proposta del M5S Scafati piace anche al Sindaco

Posted in Ultime News Scafati by 5stelleadmin | No Comments »
La Proposta del M5S Scafati piace anche al Sindaco

Il primo cittadino in due commenti su un social network considera buona la proposta del M5S Scafati di ripresa e di archiviazione sul sito del comune, del consiglio comunale.

Il primo commento riportato manca un po’ di contenuti, mentre nel secondo commento il Sindaco, specifica che il suo era soltanto sano umorismo  ribadendo che la proposta è buona ma evidenziando il problema che il consiglio comunale è spesso troppo lungo  per chi ascolta, ecco perché esistono le sintesi in TV.

 

Facciamo un pò di chiarezza:
Il fatto che ai “grillini” eletti viene consigliato di non andare in TV non c’entra assolutamente niente con la nostra proposta di filmare il consiglio comunale e renderlo visibile via web a tutti i cittadini Scafatesi.

Per ciò che riguarda invece le firme per la Petizione, sono state e saranno raccolte in totale onestà e trasparenza senza imposizioni e senza rischio di essere cacciati da nessuno e poi da dove?  Come chi? Anzi no…  Inoltre lasciamo che siano i cittadini a stabilire quanto tempo dedicare ai propri interessi.

Il M5S propone un vero cambiamento nella comunicazione tra il comune e i cittadini che non solo dovranno essere costantemente informati sulle attività comunali con una precisa e attenta archiviazione sul sito del comune ma dovranno partecipare alle attività comunali attraverso i referendum propositivi, non consultivi e senza quorum. I cittadini devono sapere come vengono spesi i loro soldi ma soprattutto devono decidere quali sono le priorità di spesa nel loro comune.
Una volta realizzato tutto ciò ci renderemo conto che i 10 minuti di sintesi in TV appartengono al passato come le classi dirigenti che utilizzano questi strumenti; il presente è il web, il futuro saranno i cittadini. Ecco cosa intendiamo per democrazia partecipata.

 

Read More