Nessun Finanziamento Pubblico

Il Movimento 5 Stelle di Beppe Grillo, fin dalla sua nascita ha volontariamente deciso di non avvalersi dei finanziamenti pubblici ai partiti perché convinti che è possibile fare buona politica senza sprecare denaro pubblico.

Questa tabella riepiloga il risultato referendario con il quale nel 1993 gli Italiani avevano espresso il loro voto contro il finanziamento pubblico ai partiti e loro come se niente fosse hanno aggirato la volontà popolare creando nuove leggi meschine per appropriarsi di più di un miliardo e mezzo di euro in 15 anni.

Gli attivisti del Movimento 5 Stelle possono di loro spontanea volontà partecipare alle donazioni volontarie per organizzare eventi, manifestazioni, campagne elettorali, così come è stato fatto per la realizzazione di questo sito web.

In questi giorni ci siamo ritrovati ad apprendere che sono gli stessi parlamentari a non volere fare alcun tipo di risparmio in merito. La tabella sotto indica quanti parlamentari hanno votato SI e cioè per abolire i 3000 euro di vitalizio e quanti invece non hanno voluto rinunciare ai 3000 euro per aver “lavorato” 5 anni.

Lascia un Commento