De Benedetti e Sorgenia. Le bollette col trucco che fregano gli anziani

Il vecchio lupo, tessera numero 1 del Pd, perde il pelo ma non il vizio. La Sorgenia Spa di Carlo De Benedetti, che opera nel settore energia, vanta circa mezzo milione di clienti in tutta Italia. Eppure non sembra aver imparato a comportarsi correttamente nel mercato e nel rapporto con i consumatori.

In passato le sue pratiche commerciali sono state punite dall’Antitrust con multe per un totale di 350mila euro. I motivi? La società, pur di procurarsi nuovi contratti, tramite i propri agenti commerciali ha fornito informazioni ingannevoli ai potenziali clienti, come l’appartenenza al gruppo Enel e ha promesso presunti vantaggi economici conseguenti alla scelta di Sorgenia quale nuovo fornitore: per esempio il rimborso di quanto fatturato dal precedente fornitore. L’Antitrust ha poi accertato che Sorgenia, pur conoscendo i comportamenti scorretti degli agenti, non ha fatto nulla per rimediare e per correggere certe condotte professionali.

Il M5S ha presentato un’interrogazione sulla materia al ministro dello Sviluppo economico e il primo firmatario, Walter Rizzetto (con Mucci e Prodani di Attività produttive), racconta la propria esperienza personale: “Il 22 maggio scorso ho ricevuto un’offerta telefonica da Sorgenia e l’operatore mi ha proposto uno sconto in bolletta sostenendo che il mio nome era stato estratto per questa agevolazione e che quindi, se volevo beneficiarne, dovevo trasmettere i miei dati per il cambio di gestore. Il mio numero non è pubblico, ho chiesto all’operatore come lo avesse ottenuto e lui ha fatto riferimento a presunte liste web. Ecco perché ho inoltrato un esposto all’Antitrust“.

E’ così che De Benedetti calpesta il Codice del Consumo per provare a mettere una toppa ai quasi 2 miliardi di debiti che gravano su Sorgenia? Troppo spesso i consumatori, soprattutto quelli anziani, restano vittime di queste offerte commerciali illegittime. Ed è triste osservare come le sanzioni dell’Antitrust non siano un deterrente sufficiente. Le società infatti non si scoraggiano e mettono in conto anche una multa pur di poter proseguire con certe pratiche scorrette che, quindi, mostrano di essere parecchio remunerative.
Cosa vuole fare il governo in proposito? Il M5S sarà sempre accanto ai consumatori contro i soprusi di Sorgenia e dei colossi del mercato in ogni settore.

Tags: , , ,

Lascia un Commento