CONSIGLIO COMUNALE ON LINE

Il percorso per il regolamento della ripresa e l’ archiviazione sul sito del comune dei consigli comunali è iniziato prima delle amministrative del 2013 quando abbiamo raccolto più di 300 firme ( http://movimento5stellescafati.it/trasparenza-e-democrazia-partecipata/)  ma lo scioglimento del consiglio comunale non permise una  discussione in commissione dell’argomento. Successivamente abbiamo ripresentato la petizione con un numero ancora maggiore di adesioni e da quel momento sono seguiti numerosi incontri con la commissione per mettere a punto un regolamento definitivo.
Dopo circa un anno di incontri con la IX Commissione Revisione Statuto siamo riusciti a far approvare il primo regolamento del comune di Scafati che regola le riprese del consiglio comunale;  questo consentirà a tutti i cittadini di poter vedere sul sito del comune il consiglio in versione integrale. Ora manca solo l’ultimo passaggio in consiglio comunale prima della definitiva entrata in vigore. Sicuramente il regolamento approvato  non contiene tutte le nostre richieste, ad esempio non siamo riusciti ad inserire le riprese delle commissioni (la maggioranza dei membri della commissione sono stati sempre contraria a questa ipotesi), ma siamo orgogliosi del risultato ottenuto, è un segnale forte, siamo riusciti a far rispettare la volontà dei cittadini scafatesi che hanno firmato la petizione.  E’ un primo passo verso quella che noi chiamiamo rivoluzione culturale. Questo traguardo ci da ancora più forza per continuare il nostro cammino che è tutto in salita, il coraggio non ci manca così come la determinazione per raggiungere nuovi obiettivi.

Sicuramente il prossimo obiettivo sarà riprendere con la IX Commissione Revisione Statuto il discorso lasciato in sospeso riguardo al nuovo regolamento comunale sui referendum propositivi e abrogativi. Si tratta di un’iniziativa che mira a consolidare l’allargamento della partecipazione dei cittadini ai tradizionali processi decisionali recependo le istanze democratiche provenienti dal basso. Si intende pertanto dare attuazione a parti dello Statuto comunale rimaste sinora inattuate, offrendo ai cittadini nuove possibilità di partecipare al governo dell’ente locale, anche attraverso istituti di democrazia diretta. Con questo intervento di riforma del regolamento comunale i cittadini potranno disporre di una pluralità di strumenti (referendum, petizioni, proposte) di partecipazione democratica su materie di competenza dell’ente che spesso hanno diretta incidenza sulle sfere dei beni comuni e dei diritti fondamentali. L’istituto del referendum offre ai cittadini l’opportunità concreta di incidere nella determinazione delle politiche comunali, anche mediante l’abrogazione di atti o parti di essi.

LEGGI QUI IL REGOLAMENTO Regolamento riprese consiglio comunale

Tags: , , ,

Lascia un Commento