Archive for marzo, 2015

LA RIVOLUZIONE GENTILE DELLA GENTE COMUNE

Posted in Ultime News dal Movimento by Gennaro | 2 Comments »
LA RIVOLUZIONE GENTILE DELLA GENTE COMUNE

“Non perdonerò mai Matteo Renzi per quello che sta facendo ai miei coetanei. Lui che non ha mai lavorato un giorno in vita sua, mette mano e bocca sui contratti di lavoro. Che rabbia.
Il contratto a tempo indeterminato con il suo jobs act è diventato a tempo determinato. Alla mia generazione è rimasto solo il crepacuore, a tempo indeterminato.
Le aziende stanno convertendo i vecchi contratti precari in nuovi contratti precari, che facendosi beffa di noi, hanno anche il coraggio di chiamare a “tempo indeterminato”. E il PD se ne vanta anche?
Vogliono creare lavoro precarizzando, ma così si crea solo depressione sociale, frustrazione, avvilimento.
Ho smesso di credere che questo Governo possa tagliare soldi pubblici dagli sprechi e abbassare le imposte, oppure che possa fare Microcredito a quelle imprese a cui le banche hanno chiuso i rubinetti. Non credo più che questa gente sia al servizio del bene, ormai da tempo.

Molti mi chiedono cosa mi spinga ad andare avanti ogni giorno senza scoraggiarmi, mantenendo la calma e restituendo puntualmente la metà del mio stipendio o rinunciando a tutti i privilegi.
La mia motivazione è una: quando andremo al Governo noi, non importa quante leggi vergogna avranno creato questi sciacalli, basteranno 7-8 giorni per rottamarle tutte. Non c’è più necessità ed urgenza che quella di abolire la Legge Fornero, l’Irap o il Jobs Act.
Sarà una rivoluzione gentile della gente comune, di chi ha sempre vissuto onestamente e vuole cambiare le cose democraticamente. Sarà l’Italia della bellezza, contro l’Italia dei falsi e degli ipocriti. E noi abbiamo un vantaggio, i giovani (d’età o nello spirito) stanno con noi.
E’ solo questione di tempo. Quando accadrà io voglio esserci.”  Luigi Di Maio, M5S Camera

 

Read More

Grandi Opere: #TuttiInGalera

Posted in Ultime News dal Movimento by Gennaro | No Comments »
Grandi Opere: #TuttiInGalera

Ercole Incalza, il dirigente bipartisan alle Grandi Opere dei governi berlusconiani e del Pd degli ultimi 20 anni, è stato arrestato per corruzione, concussione e altri gravissimi reati. E’ l’ennesima conferma di come le cosiddette “Grandi Opere” in Italia hanno solo portato corruzione, infiltrazioni mafiose, sprechi e distruzione dell’ambiente.
La miglior risposta del Parlamento a questo ennesimo scandalo deve essere l’immediata approvazione della nuova legge anti-corruzione ferma da 2 anni in questo Parlamento nonostante le continue sollecitazioni del Movimento 5 Stelle che su questo argomento non si è mai tirato indietro con proposte, emendamenti e disegni di legge.
Il MoVimento 5 Stelle lo scorso dicembre ha anche presentato un disegno di legge per verificare l’utilità delle cosiddette ‘Opere Strategiche-Grandi Opere’ e rivedere il loro piano di finanziamento.
Per garantire trasparenza nel nostro disegno di legge abbiamo anche proposte d’inserire il ‘dibattito pubblico’ nella legislazione dei grandi appalti. Sono misure urgenti da approvare immediatamente.

“Era il 4 luglio 2014 quando chiedevamo a Lupi le dimissioni di Incalza, il “superburocrate” del Ministero dei Trasporti ARRESTATO oggi! Il 4 luglio 2014, Lupi disse di non sapere che Incalza fosse indagato (lo sapeva eccome ma lo proteggeva). Era il 4 luglio 2014, oggi chi ci ripaga di questi furti commessi da ladri senza anima. Questo siete LADRI SENZA ANIMA. Milioni di italiani in povertà, impre…nditori onesti che si suicidano, studenti che fuggono dall’Italia come se stessero fuggendo da un paese in guerra. E voi che rubate, rubate ogni cosa. Spolpate le aziende pubbliche per poi dire che il pubblico non funziona (siete voi a non funzionare ladri!). C’è chi rovista nella mondezza per un pasto mentre manager, burocrati e politici di destra e sinistra rubano perché non gli bastano 14.000 euro al mese. INGORDI senza cuore, furfanti senza dignità. Siete gli stessi che dite che il reddito di cittadinanza è assistenzialismo. Vergognatevi. Oggi uno dei grandi BOIARDI DI STATO è finito in galera. Credetemi, non è consolante dire “ve l’avevamo detto” (e l’avevamo detto al MINISTRO LUPI). Non è consolante, l’unica consolazione sarà una legge anti-corruzione durissima. Perché la guerra ce l’abbiamo in casa.” DI BATTISTA

ARTICOLO: Di Battista a luglio 2014 chiede conto a Lupi del lavoro di Incalza, oggi arrestato

VIDEO: Di Battista denuncia Incalza in Parlamento a luglio 2014

Read More