Archive for febbraio, 2015

Scafati e gli allagamenti….tra il dire e il fare c’è di mezzo il….fiume!!!

Posted in Ultime News Scafati by Gennaro | No Comments »
Scafati e gli allagamenti….tra il dire e il fare c’è di mezzo il….fiume!!!

Ormai Scafati è diventata famosa per le sue strade che si trasformano in veri e propri torrenti d’acqua che dopo ogni pioggia invadono interi quartieri.
Il problema è serio e purtroppo dopo ogni temporale ci ritroviamo a fare la conta dei danni!!! E’ vero che la causa di questo problema non è solo Scafati ma tutti ricordano il susseguirsi delle promesse pre elettorali degli ultimi venti anni in cui l’argomento principale è stato sempre lo stesso: FIUME SARNO e ALLAGAMENTI!!!
In questi anni si sono alternate amministrazioni di destra e di sinistra sia nel nostro Comune che in Regione ma il risultato non è cambiato per niente. Sono trascorsi circa tre anni dalla firma del protocollo d’intesa con Arcadis e l’Assessore regionale Edoardo Cosenza nonché il consigliere regionale Monica Paolino (Aliberti) per la reallizzazione del Grande Progetto “Completamento della riqualificazione e recupero del fiume Sarno”. Parliamo di un’opera che, complessivamente, vale 217,5 milioni di euro, di cui 200,8 a carico dei fondi POR Campania FESR 2007/2013. 28 Milioni di euro per i soli lavori sul territorio di Scafati suddivisi in una parte di 19 Milioni per gli interventi immediatamente cantierabili sulla parte del territorio più colpita dagli allagamenti, in particolare: via Passanti, Corso Nazionale, Via P. Vitiello, via D.Catalano, San Pietro (incrocio via terze), via Nuova San Marzano e una seconda parte invece comprendente i restanti 9 milioni di euro che serviranno per la realizzazione delle vasche di laminazione in via L. Cavallaro e nell’ area centro Plaza. Ad oggi si continua a sottoscrivere protocolli d’intesa con Arcadis ma gli unici soldi realmente spesi sono stati quelli per pagare progettisti e burocrati. Ricordiamo anche i soldi spesi in progetti per la realizzazione dei collettori della rete fognaria, sono passati circa 30 anni da quando l’ex commissario di governo per l’emergenza Sarno Roberto Jucci se ne incaricò ma non sono stati mai completati. Tale mancanza ha compromesso anche il sistema della depurazione (di cui, tra l’altro, doveva farsi carico la Gori che si è però rifiutata di farlo) delle nostre acque perché non ancora allacciati all’impianto di depurazione di Sant’Antonio Abate-Scafati (costato circa 55 milioni di euro e completato nel 2009), sito in via delle industrie e adiacente alla zona industriale del comune di Scafati, dotato di tecnologia piuttosto avanzata e che a regime dovrebbe lavorare anche con i reflui di Pompei e Scafati ma che ad oggi risulta sottoutilizzato a causa della mole di interventi da fare. I collettori non installati giacevano in un’area abbandonata in via calvanese ormai usata come una vera e propria discarica abusiva (denunciata da noi il giorno 18/07/2014 protocollo n° 15806) data successivamente alle fiamme. In quella occasione nessuno si adoperò per evitare l’ennesimo disastro ambientale nonosatante la denuncia fu indirizzata al Sindaco, Assessore all’ambiente, assessore all’urbanistica e alla polizia municipale! Ecco perché la frase “Gli oppositori al GrandeProgettoSarno si dovrebbero vergognare” detta dal nostro Sindaco ci sembra inopportuna. Dare la colpa ai CITTADINI, che si sono semplicemente opposti alla valutazione d’impatto ambientale in merito alle sole vasche di laminazione, fermando il progetto per soli 3 mesi (da marzo a giugno 2014), giudicando in maniera positiva il resto dei lavori come il dragaggio, rifacimento degli argini e l’ampliamento di alcune sezioni idrauliche, è il classico scaricabarile per coprire l’inefficienza della cosa pubblica e di questa politica fatta solo di SPOT. Crediamo sia arrivato il momento di dare risposte concrete ai vostri datori di lavoro (I CITTADINI), imparare ad ascoltare le richieste e lavorare esclusivamente per il loro interesse, altrimenti al prossimo rinnovo contrattuale sarete TUTTI LICENZIATI per giusta causa!!!

 

 

Read More