Archive for agosto, 2014

Acqua potabile e trasparente per i cittadini

Posted in Ultime News dal Movimento by Gennaro | No Comments »
Acqua potabile e trasparente per i cittadini

Che acqua beviamo dai rubinetti? Troppo spesso a questa domanda il cittadino non riesce ad avere risposte per la mancanza di trasparenza da parte di regioni, ASL e gestori del servizio. L’Italia è un paese che utilizza tantissima acqua potabile ma al tempo stesso i cittadini sono tra i primi consumatori al mondo di acqua minerale in bottiglia. Per la sua conformazione geografica il paese ha a disposizione grandi riserve di acqua ma le gestisce in modo pessimo e il cittadino si rivolge al mercato delle acque in bottiglia. Purtroppo i recenti scandali che hanno visto coinvolti gli acquedotti di varie regioni, dalla Calabria all’Abruzzo passando per il Lazio, con acqua distribuita all’arsenico o ai solventi clorurati a centinaia di migliaia di persone rivelano l’esistenza di forti criticità del sistema e le carenze delle norme attuali. Inoltre inizia ad essere evidente la condizione di inquinamento che affligge le falde acquifere di molte regioni. Per questa ragione il M5S ha depositato una proposta di legge volta a riformare in maniera profonda il sistema di controllo dell’acqua potabile, oggi regolato dal Decreto legislativo 31/2001. La proposta di legge pone al centro dell’attenzione il tema della trasparenza e dell’accesso ai dati dell’acqua potabile da parte dei cittadini. Oggi in moltissime aree del paese ASL e gestori non mettono a disposizione sul WEB o non aggiornano i dati relativi ai controlli che pure sono quasi quotidiani. Altro aspetto qualificante della proposta è l’introduzione di un Piano di sicurezza delle acque destinate al consumo umano, strumento suggerito dall’Organizzazione Mondiale della Sanità. Il Piano dovrà essere incentrato non solo sulla qualità dell’acqua ma anche sulla sua disponibilità, tenendo conto degli effetti potenziali dei Cambiamenti climatici in atto. Il Piano dovrà essere elaborato dalle regioni con con la partecipazione dei cittadini. Inoltre si prevede che il Ministero della Salute rivaluti i limiti di legge ogni tre anni sulla base delle evidenze scientifiche, introducendo altresì nuove linee guida per la ricerca da parte delle ASL di sostanze non tabellate ma ugualmente pericolose e la valutazione degli effetti sinergici sulla salute di sostanze che possono essere presenti contemporaneamente nell’acqua. La proposta preclude la captazione di acque potabili da siti inquinati e nelle aree immediatamente a valle. Infine, a tutela del diritto dei cittadini ad avere acqua salubre e “trasparente” si aumentano notevolmente le sanzioni pecuniarie che oggi sono risibili e si introducono sanzioni penali per i casi più gravi di violazione delle norme sulla potabilità, prevedendo anche nei casi più gravi la decadenza dell’affidamento del servizio per le società di gestione.

Partecipa alla stesura della legge su LEX!   Federica Daga, M5S Camera

Intanto aspettando una legge nazionale che regoli la gestione del servizio idrico rendendolo definitivamente publico come chiedono i cittadini, localmente molti gruppi M5S si sono attivati per far aderire il loro primo cittadino alla “rete dei sindaci per l’acqua pubblica”; iniziativa portata avanti con successo anche a SCAFATI. Leggi qui l’articolo: http://movimento5stellescafati.it/vittoria-piccoli-passi-verso-lacqua-pubblica/

Read More

Il PD, l’ex partito dei lavoratori, contro l’articolo 18!!!

Posted in Ultime News dal Movimento by Gennaro | No Comments »
Il PD, l'ex partito dei lavoratori, contro l'articolo 18!!!

 

Sara Paglini, M5S Senato:

Leggo in questi giorni i TITOLONI:
Bufera sull’articolo 18, scontro nel governo. Ncd: abolirlo subito. Il Pd si divide.
l tema è delicato. Per il Pd in particolar modo. L’art. 18 è un simbolo. Per chi lo difende, per chi lo vorrebbe cancellare.”
IL PD SI DIVIDE?????? Ma di cosa stiamo parlando, il PD NON SI DIVIDE AFFATTO SUL TEMA ARTICOLO 18 (reintegro sul posto di lavoro se il lavoratore viene licenziato senza giusta causa)
IL PD E’ BELLO E COMPATTO, E AL MOMENTO OPPORTUNO AGISCE DI CONSEGUENZA.
Era il 29 luglio 2013, al senato il Movimento 5 Stelle propone tramite emendamento di ANNULLARE le modifiche fatte dalla legge 92 Fornero e ripristinare l’articolo 18 come da legge 300/70.
Si arriva al voto in aula al senato, e come potete vedere dal filmato, IL PD (insieme a tutti gli altri compagni di merende) BOCCIA LA NOSTRA PROPOSTA. quindi…. la smettiamo per favore di prendere in giro i gli italiani e in particolare i LAVORATORI?
Il PD la deve smettere di vendersi per quello che NON E’. Al PD dei lavoratori NON GLIENE IMPORTA NIENTE solo prima delle elezioni va in giro a raccontare balle , poi incassato il voto , si dilegua. In Commissione Lavoro, quasi 2 mesi fa, il presidente di commissione Sacconi, si era gia’ espresso molto chiaramente annunicando che la DELEGA LAVORO Poletti , che a breve porteremo in aula (il famoso Job Act renziano) servira’ per SUPERARE , cancellare lo STATUTO DEI LAVORATORI. Quindi Renzi, quando 3 giorni fa dichiara che vuole riscrivere lo Statuto dei Lavoratori, non fa altro che avvallare le linee dettate dal suo compare di Forza Italia attraverso la volonta’ del suo esperto in materia Murizio Sacconi.
Be’ l’elettorato del PD ormai non si stupira’ piu’ di tanto no? Renzi stravolge la Costituzione con berlusconi e non puo’ asfaltare lo statuto dei lavoratori con Sacconiberlusconi? Ma nelle Feste dell’Unita’ qualche elettore PD farà presente a renzie questi fatti o va bene cosi?

Read More