Archive for novembre, 2013

METTIAMO IN SICUREZZA LA NOSTRA VITA

Posted in Ultime News Scafati by Gennaro | No Comments »
METTIAMO IN SICUREZZA LA NOSTRA VITA

Dopo mesi di lavori stradali pre-elettorali,  oggi segnaliamo l’ennesimo dissesto  nella nostra città. Dopo gli ostacoli del marciapiede di via G. Vitiello ecco le condizioni del passaggio pedonale di via Bonifica.

Alla luce della tragedia avvenuta lo scorso 21 novembre, il Movimento 5 Stelle Scafati ha protocollato un documento per denunciare il pessimo stato delle recinzioni di Via Ripuaria e Via Bonifica, e allo stesso tempo il pessimo stato delle acque del fiume Sarno che costituiscono un pericolo costante e silenzioso per la salute pubblica,chiedendo al Sindaco,all’assessore all’urbanistica,all’assessore ai lavori pubblici e all’assessore all’ambiente la messa in sicurezza ad horas delle suddette strade e la verifica dell’immissione di acque nel fiume provenienti da scarichi abusivi.Il documento sarà inviato per conoscenza anche alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Nocera Inferiore e alla Corte dei Conti di Salerno.

vedi il documento qui: https://www.dropbox.com/s/ztoz2ukahrq2ss0/denuncia%20sarno%20-.pdf

ECCO LA RISPOSTA DELLA CORTA DEI CONTI ALLA NOSTRA MAIL: Risposta Corte dei conti

Read More

TRASPARENZA, QUESTA SCONOSCIUTA!

Posted in Ultime News Scafati by Gennaro | No Comments »
TRASPARENZA, QUESTA SCONOSCIUTA!

Ci sono temi spesso così scottanti per l’agenda politica da essere ritenuti assolutamente nocivi e dannosi per la salvaguardia stessa di una classe politica autoreferenziale che non può che trincerarsi dietro un muro di opacità e negligenza. La TRASPARENZA è una questione appunto, così insidiosa per la nostra amministrazione da rimanere soltanto nelle belle parole degli slogan da spot elettorale. Difatti, ogni volta che si affronta il tema della trasparenza (D.Lgs del 14/03/2013 n.33), argomento di vitale rilevanza nel rapporto tra i cittadini e l’Amministrazione Comunale,quest’ultima mostra puntualmente i suoi limiti dovuti forse alla scarsa conoscenza in materia.
Una classe politica che si rispetti dovrebbe essere di buon esempio verso i cittadini che amministra e verso cui non dovrebbe in alcun modo esimersi dal rendere pubbliche le proprie prestazioni e il proprio operato. Tanto più dovrebbe essere chiaro a chiunque anche lo stipendio dei propri amministratori e dei dirigenti preposti in vista degli obiettivi e dei risultati raggiunti! Ebbene, tutto ciò, nonostante la nuova normativa vigente ( decreto 33/2013 in materia di trasparenza) , appare quanto mai omesso e sottaciuto nel Comune di Scafati. Ma andiamo con ordine. Grazie alla suddetta normativa è stata inserita nel sito istituzionale del Comune di Scafati (http://www.comune.scafati.sa.it/ ) la sezione “Amministrazione Trasparente”(nella icona in basso a destra —> http://www.gazzettaamministrativa.it/opencms/opencms/_gazzetta_amministrativa/amministrazione_trasparente/_campania/_scafati/ ) che illustra tutte le sottosezioni corrispondenti ad ogni area, ma come volevasi dimostrare è pressoché povera di contenuti ancora per la maggior parte dei casi, non ancora aggiornati! Eppure il decreto in questione parla chiaro all’articolo 49 del decreto in oggetto : “L’obbligo di pubblicazione dei dati di cui all’articolo 24 decorre dal termine di sei mesi dalla data di entrata in vigore del presente decreto”. Ovvero i tempi sono già ampiamente superati. ( e di ciò noi abbiamo già segnalato a questa amministrazione e agli organi di controllo in particolare alla civit —-> https://www.dropbox.com/s/l9nuxy0u8phhjjf/postacert.eml). Partiamo subito con una notizia che riguarda le indennità del Sindaco Pasquale Aliberti che con determina dirigenziale in data 05/11/13 ha ricevuto come indennità di fine mandato 2008-2013 un totale di € 19.619,66 ovvero € 3.904,41 lordi mensili. Per quanto riguarda il presidente del consiglio comunale Pasquale Coppola e per gli assessori in aspettativa l’importo mensile lordo è di € 2.342,63 (e cui va corrisposto la metà di tale importo per gli amministratori non in aspettativa) mentre il vicesindaco Giancarlo Fele percepisce ben €2.928,31 lordi mensili (http://www.gazzettaamministrativa.it/opencms/export/sites/default/_gazzetta_amministrativa/amministrazione_trasparente/_campania/_scafati/020_orga/010_org_ind_pol/2013/Documenti_1381835838631/1383829230445_art-_82-_prospetto_indennitx.pdf). Eppure il sindaco più volte si è addirittura lamentato di percepire uno stipendi alquanto modesto e che si era anche diminuito lo stipendio, fingendo di essere contro i costi eccessivi della politica (dichiarando più volte di essere contro il finanziamento pubblico ai partiti, quando il suo partito il PDL non vi ha mai rinunciato)!
Procedendo il nostro viaggio della trasparenza scopriamo che cliccando sulla voce “Personale” troviamo che negli “incarichi amministrativi di vertice” compare la Segretaria Comunale Dott.ssa Immacolata Di Saia (???) senza aggiungere altro ma se andiamo a scavare troviamo che l’ultima retribuzione riportata risale al 2011 per un ammontare lordo di €116.949,77 annui!! mica male! Ma dopo quella data non è dato sapere più nulla!. Per conoscere le retribuzioni dei dirigenti dobbiamo cliccare nella voce “Curriculum” (dalla sezione “Personale”) e scopriamo che in ordine crescente di reddito lordo troviamo Maria Gabriella Camera – dirigente Area “Lavori Pubblici” e dirigente ad interim Area “Urbanistica” con ben € 101.141,00 (!!!), segue Laura Aiello – dirigente Area “Servizi al Cittadino” con € 77.946,00, poi Anna Sorrentino – dirigente Area “Servizio al Territorio” con € 44.801,00 e Giacomo Cacchione – dirigente Area “Programmazione Economico Finanziaria” con soli € 43.621,00.
Come Responsabile della prevenzione della corruzione e della trasparenza è indicata nuovamente la tuttofare Dott.ssa Immacolata di Saia, già vicina (è bene ricordarlo) a Nicola Cosentino, nonchè ex segretaria comunale del comune di Casapesenne (CE) sciolto per infiltrazioni camorristiche ed essendo (la Di Saia) altresì implicata nel comune di Scafati per falso ideologico in concorso (e di cui è stata anche oggetto di un sindacato ispettivo del senatore Aniello di Nardo nel settembre 2012—> http://www.senato.it/japp/bgt/showdoc/showText?tipodoc=Sindisp&leg=16&id=678338). Non ci sembra a nostro giudizio il miglior esempio di condotta trasparente e che possa garantire una giusta attività di controllo in quanto mancante dei requisiti morali per ricoprire un simile ruolo!
Per quanto riguarda il “Personale non a tempo indeterminato” la sezione era completamente vuota fino alla nostra segnalazione in seguito alla quale è stata aggiornata e ha permesso di costatare che è stato nominato il nuovo staff ovvero : “Undici elementi in totale per stipendi al di sotto dei mille euro mensili, tranne per i due fedelissimi Francesca Cutino (addetto stampa) e Giovanni Cozzolino (tuttofare) il cui compenso è ben al di sopra del ‘minimo sindacale’. Tra loro figurano ex candidati o loro parenti. Riconfermati gli ex staffisti Alfonso Iovine e Antonio Esposito. Quest’ultimo anche candidato nella lista Azzurri. A prendere il posto invece degli ex staffisti eletti, altri candidati alle scorse elezioni. Tra loro Maria Gallo della lista Grande Scafati, Antonietta De Martino di Alleanza popolare, Antonio Aquino di Noi per Scafati. Poi ci sono i volti nuovi, legati a consiglieri comunali o attivisti dell’ultima campagna elettorale. Tra loro Giuseppe Cretella, Antonella Rosa, Luigi Schettino e Veronica Marino. In merito al ruolo che occuperanno a Palazzo Meyer, la delibera che incarica i professionisti fino al 31 dicembre 2013, cita: “Si tratta di persone di fiducia dell’amministrazione individuate dal sindaco in ragione della specifica competenza e professionalità, necessaria per affidare loro compiti strategici sotto la direzione e l’organizzazione del capo di gabinetto, Maria Antonietta De Nicola”. Insomma, non è chiarito in modo palese il ruolo ma poi si legge “svolgeranno funzioni di diretto supporto agli organi di direzione politica presso gli assessorati”. Lo scorso anno si spendevano circa € 100mila , cifra che Aliberti ha riconfermato nonostante la difficile situazione di Palazzo Meyer. “ (fonte metropolis). Ancora vuoto totale per conoscere i “bandi di gara e contratti”, “bandi di concorso” fino ad arrivare al bilancio in cui non è possibile in nessun modo avere dei dettagli specifici riferiti alle singole voci di spesa di entrata e uscita! Sappiamo solo che per il 2013 il bilancio preventivo è di € 76.065.963,94 ! Punto. Alla faccia della trasparenza!
Evidentemente la luce del faro della trasparenza è troppo accecante per questa amministrazione, ma noi non ci arrendiamo e continueremo a folgorare e mettere in evidenza questo vecchio modo di operare, che tiene i cittadini all’oscuro dalle decisioni pubbliche! L’operazione fiato sul collo continua ad oltranza!!

Continuate a seguirci

Read More